lunedì 20 novembre 2017

190717

e la settimana delle piccole sfighe finisce nel modo migliore possibile: appoggiato alla transenna che divide il pubblico dal palco a goderti i lali puna come se suonassero solo per te. fighezza assoluta.


giovedì 16 novembre 2017

PIECES OF YOU

questa è la settimana che hai qualcosa in più, e qualcosa in meno, anche.
il braccio ha un bel po' di tagli in più, e altrettanti pezzettini in meno che ti hanno asportato, ma il saldo è comunque positivo per tutti i punti che hai vinto perché poi per fortuna ti hanno anche ricucito, un po' qui e un po' là.
in bocca invece hai un dente in meno. ma hai fatto punti anche qua. così, tanto per.

le palle invece sono in gran forma, loro. girano che è una meraviglia.

giovedì 19 ottobre 2017

LA DURA LEGGE DEL GOL

milan-aek la guardi in un pub sul mare piccolo di taranto.
chiedendoti che senso abbia l'esistenza di taranto.

sabato 16 settembre 2017

SEPTEMBER'S HERE AGAIN

ti guardano strano quando lo dici, quelli che ti ascoltano dirlo. e lo leggono alzando il sopracciglio con quel senso di infastidito disaccordo, quelli che lo leggono che lo scrivi. eppure è così: ogni anno tu non vedi l'ora sia settembre. non vedi l'ora dell'aria più dolce, non vedi l'ora di quest'odore di foglie&umido, non vedi l'ora di quei tagli di luce bassa e più dolce e dorata, che si portino via la luce netta e violenta dei cieli d'estate. ti piacciono i venti gradi, e ti piacciono anche quando diventano quindici, sì, ti piace l'azzurro dorato dei cieli di settembre, ti piace che quando cammini i marciapiedi dei viali alberati l'odore dell'aria ti riporti ai pomeriggi ai giardini dopo la scuola di quando la scuola ricominciava, e settembre era l'inizio di un anno nuovo.
e sì, lo sai benissimo che da qui in più si spegne tutto un po', giorno dopo giorno, lo sai benissimo che è l'inizio della lunga scivolata che poi porta al buio delle quattro del pomeriggio, al freddo che taglia la pelle, alle finestre chiuse perché fuori è troppo freddo e umido, alle notti che sembrano non finire, ai giorni pallidi. lo sai, lo sai benissimo che inizia tutto da qui, certo. ma a te non frega dove porti, settembre. a te importa che ora sia qui, che sia settembre, ti importa che sia adesso, ti importa viverlo, questo ennesimo, nuovo e sempre uguale settembre. un vecchio amico che ritorna. ancora una volta. e bella lì. 

giovedì 10 agosto 2017

10.08.17

del passare del tempo: una volta le facevi, le albe. ora, le guardi.

e va bene così.